La democrazia internazionale. Un'introduzione al pensiero politico di Jacques Maritain

La democrazia internazionale. Un'introduzione al pensiero politico di Jacques Maritain

L'interesse per i problemi internazionali occupa uno spazio importante nell'ambito della produzione intellettuale di Jacques Maritain (1882-1973); ciononostante non era stato finora posto al centro di una riflessione politologica approfondita, come avviene invece in questo volume, che è ad un tempo prova dell'attualità degli scritti maritainiani sulla guerra e sulla pace (dunque sulle reali possibilità che si giunga prima o poi, in una prospettiva ampiamente federalistica, al rispetto reciproco tra popoli, civiltà e culture) e testimonianza dell'incontro tra due studiosi di provenienze e interessi precedentemente distanti, che nella lettura di Maritain hanno imparato a loro volta a dialogare e ad approfondire un'analisi che li ha portati a evidenziare l'opportunità della rilettura odierna di Maritain: filosofo che può essere considerato anche ai nostri tempi un modello di tolleranza, pluralismo, comprensione interculturale e interreligiosa.

Le tesi centrali che sono alla base del pensiero di Watzlawick sono: in primo luogo che la nevrosi, la psicosi e in generale le forme psicopatologiche non.

Le tesi centrali che sono alla base del pensiero di Watzlawick sono: in primo luogo che la nevrosi, la psicosi e in generale le forme psicopatologiche non.

Le tesi centrali che sono alla base del pensiero di Watzlawick sono: in primo luogo che la nevrosi, la psicosi e in generale le forme psicopatologiche non. Le tesi centrali che sono alla base del pensiero di Watzlawick sono: in primo luogo che la nevrosi, la psicosi e in generale le forme psicopatologiche non.