L' amicizia nel medioevo germanico. Studi in onore di Elisabetta Fazzini

L' amicizia nel medioevo germanico. Studi in onore di Elisabetta Fazzini

Il volume raccoglie dieci saggi sul tema dell'amicizia, divisi in tre sezioni tematiche. La prima sezione esplora il lessico tedesco dell'amicizia dalle prime attestazioni in alto tedesco antico fino al tedesco moderno (Santoro, Cigni, Delli Castelli), uscendo dai confini cronologici indicati nel titolo della miscellanea. Anche il secondo gruppo di saggi va ben oltre i suddetti limiti temporali e spaziali e include studi sull'amicizia di carattere storico, letterario e giuridico-economico (Angelucci, Battaglia, Garuti Simone Di Cesare, Di Plinio). Tali «sconfinamenti» si inseriscononel solco dell'insegnamento di Elisabetta Fazzini, di non costringere mai i propri orizzonti e i propri interessi sotto un'unica etichetta, ma di guardare oltre, di confrontarsi e imparare anche dalle altre discipline. L'ultima sezione (Cipolla, Di Clemente, Digilio) è dedicata ad amicizie davvero senza confini: amicizie che si spingono oltre i vincoli temporali imposti dalla vita terrena e che includono persino la speciale empatia tra uomo e animale.

FA FAA FAÀ: Fa è tipico di Pula e Cagliari nel cagliaritano, Faa è tipico di Cagliari e del cagliaritano, Faà, molto più raro, ha un ceppo piemontese. FA FAA FAÀ: Fa è tipico di Pula e Cagliari nel cagliaritano, Faa è tipico di Cagliari e del cagliaritano, Faà, molto più raro, ha un ceppo piemontese. FA FAA FAÀ: Fa è tipico di Pula e Cagliari nel cagliaritano, Faa è tipico di Cagliari e del cagliaritano, Faà, molto più raro, ha un ceppo piemontese. FA FAA FAÀ: Fa è tipico di Pula e Cagliari nel cagliaritano, Faa è tipico di Cagliari e del cagliaritano, Faà, molto più raro, ha un ceppo piemontese.